Per accogliere al meglio donne e ragazze richiedenti asilo e rifugiate, Leaving violence. Living safe ha previsto delle attività di formazione rivolte a operatrici e mediatrici culturali.- Corso di

Essere donne. Aspettative, ruoli di genere, norme sociali, autonomia, libertà
Corso di formazione online

Come si articola la costruzione di un percorso di fuoriuscita dalla violenza, che è finalizzato all’autonomia e alla libertà di scelta, con le aspettative interiorizzate rispetto all’essere donne, e i bisogni e desideri che ne derivano, di cui sono portatrici donne provenienti da contesti socio-culturali e aree geografiche diverse?
Quali sono i ruoli di genere che devono essere attuati per sentirsi bene nella propria pelle, per sentirsi accettate nella propria comunità di riferimento e come si incontrano, o scontrano, con le finalità di un percorso di fuoriuscita dalla violenza?
Quali sono le norme sociali che governano i processi di costruzione dell’essere donne? Come uscire da cornici socio-culturali che a volte possono portare a non riconoscere la violenza?
Questo laboratorio dà voce a mediatrici culturali esperte che collaborano con i centri antiviolenza D.i.Re nell’ambito del progetto Leaving violence. Living safe gestito da D.i.Re in partnership con UNHCR.
Il workshop – destinato a operatrici e mediatrici dei centri antiviolenza della rete D.i.Re e a mediatrici che collaborano con i centri ‘a chiamata’ -realizzato online sulla piattaforma Zoom in 2 sessioni, il 30 luglio e il 6 agosto 2020, utilizza la metodologia partecipativa che caratterizza il progetto Leaving violence. Living safe, in cui sono tutte le partecipanti a generare insieme i contenuti che saranno approfonditi, attraverso la condivisione di esperienze, domande, dubbi, storie.

Scarica qui il programma

Accogliere donne migranti richiedenti asilo e rifugiate
nei centri antiviolenza D.i.Re – Corso di formazione online 

Nel 2019 un team di esperte attive in diversi centri antiviolenza ha sintetizzato l’esperienza del progetto Leaving violence. Living safe, realizzato da D.i.Re – Donne in rete contro la violenza in partnership con UNHCR, Altro Commissariato delle Nazioni Unite per i/le rifugiati/e a partire dalla fine del 2017, nel testo La metodologia di accoglienza dei centri antiviolenza D.i.Re: spunti e suggerimenti nel lavoro con donne migranti richiedenti asilo e rifugiate. Questo corso – necessariamente online a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia Covid19 – nasce per condividerne i contenuti con tutti i centri antiviolenza D.i.Re e facilitare l’accoglienza e il supporto a donne migranti richiedenti asilo e rifugiate.
Molti centri della rete D.i.Re si sono già trovati sporadicamente al fianco di donne migranti richiedenti asilo e rifugiate, ma a tutt’oggi l’interazione con il sistema di accoglienza di migranti richiedenti asilo e rifugiati/e è ancora limitata. Ciò a volte è dovuto anche alla sensazione di “non essere sufficientemente preparate” per far fronte ai bisogni di donne che parlano poco (o niente) la nostra lingua e sono portatrici di un vissuto di violenza percepito come “diverso”.
Il corso – che si svolge dal 9 giugno al 2 luglio 2020, per complessivi 5 incontri sulla piattaforma Zoom, cercherà di preservare la natura esperienziale della metodologia di formazione che caratterizza i laboratori “in presenza” finora realizzati nell’ambito del progetto Leaving violence. Living safe, valorizzando il contributo attivo di tutte le partecipanti, per riconoscere come la metodologia dei centri antiviolenza D.i.Re abbia saputo adattarsi trovando insieme alle donne migranti richiedenti asilo e rifugiate un terreno di lavoro comune per costruire la fuoriuscita dalla violenza.

Scarica qui il programma

La mediazione culturale con e per donne richiedenti asilo e rifugiate sopravvissute alla violenza. Workshop di formazione specialistica per mediatrici culturali attive nei centri antiviolenza

Roma – Casa internazionale delle donne  – 7-11 ottobre 2019

Questo laboratorio, il terzo organizzato da D.i.Re in collaborazione con l’Unhcr, è indirizzato a mediatrici culturali interessate al lavoro con donne richiedenti asilo e rifugiate, con una particolare attenzione ai percorsi di sostegno e alla metodologia dei centri antiviolenza D.i.Re, per poter intervenire in maniera sempre più efficace e ponendo le basi per la costruzione di una figura professionale che si configuri, anche, come operatrice.
Il corso, residenziale, della durata complessiva di 5 giorni, utilizza una metodologia partecipativa, in cui il contributo attivo delle partecipanti è materia di apprendimento e confronto, con attività in piccoli gruppi, giochi di ruolo, esercitazioni a coppie e attività creative, alternati a presentazioni più formali per ‘fissare le conoscenze’, al fine di esplorare anche gli aspetti più emotivamente coinvolgenti, decostruire i pregiudizi, allenare le proprie capacità di gestire relazioni complesse e articolate con le donne e con l’équipe dei centri antiviolenza.

Scarica qui il programma del workshop

Leaving violence. Living safe. Formazione avanzata per operatrici e mediatrici culturali

Roma – Casa internazionale delle donne  – 10-12 luglio 2019

Questo laboratorio è destinato a operatrici e mediatrici culturali di 8 centri antiviolenza, coinvolti in una esperienza pilota per elaborare, sulla base dell’esperienza acquisita, delle linee guida sull’adattamento della metodologia di accoglienza usata nella rete D.i.Re ai bisogni specifici di donne e ragazze migranti richiedenti asilo e rifugiate.

Scarica qui il programma del workshop